torchio vinario

Fino a metà dell’800 una delle attività agricole più diffuse tra gli abitanti di Piuro era la coltivazione della vite. I vigneti erano disseminati dal fondovalle fino a mezzacosta. A testimonianza di quest’antica attività rimangono alcuni torchi vinari disseminati in tutta la Valle.

Il torchio vinario (tòorc) di Santa Croce è un esempio ben conservato dei luoghi di pigiatura comunitari di proprietà consortile un tempo diffusi in Valchiavenna. Sono presenti altri bellissimi esemplari di torchi a Crana di Piuro, lungo la mulattiera che sale a Savogno, in un edificio vicino alla “fontana dei ronchi” e un altro a Ponteggia di Villa di Chiavenna. 

audio guida

Galleria